Irlanda: un paese per piccoli

Non sono un’ amante del freddo. La nostra estate è talmente fugace che ho sempre scartato qualunque meta estiva che abbia una temperatura media inferiore a quella della pianura Padana.
Ma quest’ anno ho dovuto cedere, visto che il mio compagno ha brutalmente scartato ogni destinazione propostagli.
La scelta è caduta casualmente sull’ Iranda, semplicemente perche è stato il primo paese “fresco” che mi è venuto in mente.
Abbiamo prenotato un volo Ryanair a fine giugno per partire il 29 luglio.
Con cosi poco preavviso, non è stato un viaggio economico ma ne è valsa davvero la pena.
Perché l’ Irlanda è un paese adatto ad un viaggio con i piccoli?
  • Intanto per la vicinanza all’ Italia. Il nostro volo Milano Orio Al Serio- Knock West Ireland è durato circa due ore.
  • è un paese family friendly, attrezzato ovunque per accogliere famiglie. Dai B&B ai pub, alle attrazioni . E i playground sono ovunque.
  • non è caotico. L’ Irlanda è un’ isola poco densamente abitata, è praticamente impossibile trovare traffico, evitando così a priori situazioni che possono portare stress ai bambini.
  • il clima è fresco. Per chi come noi parte dall’ umida pianura Padana, effettivamente il clima irlandese risulta decisamente più salubre. Pochi i siti industriali, e il vento costante dell’ Atlantico ricambia continuamente l’aria.
  • è per tutte le tasche. Muovendosi con un po’ di anticipo si possono trovare ottime soluzioni sia per i voli, scegliendo compagnie low cost (es. Ryanair e Aer Lingus), sia per le strutture. Noi abbiamo preferito prenotare prima di partire, ma in effetti abbiamo trovato quasi ovunque B&B con il cartello “vacancy” esposto, magari non in centro città ma comunque in luoghi spettacolari.
Quindi se state pensando all’ Irlanda come mèta con i bambini, state pensando bene.
Il nostro itinerario è di 11 giorni/10 notti con arrivo e partenza a Knock, Irlanda dell’ Ovest.
Schermata 2017-08-11 alle 14.04.24.jpg
Le nostre tappe:
OUGHTERARD (3 notti): Aughnanure Castle, Galway, Aran IslandsCliffs of Moher
KILLORGLIN (2 notti): la Contea di Kerry (Dingle Peninsula, Killarney National Park) e Cork
KILKENNY (1notte): Kilkenny Castle
DUBLINO (2 notti): Città
Gli spostamenti non sono mai stati superiori alle 3h di auto.

10 Risposte a “Irlanda: un paese per piccoli”

  1. Che bell’itinerario! Studio e ristudio l’Irlanda da anni ormai ma per un motivo o per l’altro non l’abbi ancora visitata.

  2. arriverà anche la vostra occasione, ne sono sicura!

  3. Grazie mille per il tuo post è molto interessante per chi come me ha in mente di trasferirsi all’estero.

  4. mi è molto utile perché questa estate andrò in moto in Irlanda

    1. in moto….noleggiandola là o partendo dall’ Italia?

  5. Io sono tornata da poco dall’Ulster e ti consiglio, nel caso tornassi, di visitarlo. L’Irlanda è un luogo che va bene a ogni età.

  6. Utilissimo il tuo itinerario, grazie per averlo condiviso! Io adoro l’irlanda!

  7. Un bel viaggio! dovrei prenderlo in considerazione per le mie prossime tappe! e complimenti per l’articolo!
    _______
    Yelyzaveta Semenova
    http://www.yelyzavetasemenova.com

  8. Non ho mai preso in considerazione l’Irlanda come meta per un viaggio. Il tuo itinerario però mi sembra molto interessante.

    1. Ciao Dani, nemmeno io l’ avrei presa in considerazione se non fossi stata obbligata dalle circostanze. E invece mi ha stupita, e soprattutto mi ha lasciato un senso di pace e di sottile malinconia. Un piccolo mal d’ Irlanda

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.