Come organizzare un viaggio in Florida, the Sunshine State, con i bambini

Quando Eva ha compiuto 3 anni abbiamo pensato al primo viaggio intercontinentale. Ci sembrava pronta per affrontare un lungo volo senza renderlo un inferno per il resto dei passeggeri, e noi ci sentivamo genitori abbastanza esperti per affrontare una lingua straniera e tanta distanza da casa, che è sempre un limite psicologico.

Le caratteristiche da noi cercate per rendere il viaggio piacevole e interessante anche a Eva erano:

  • La presenza del mare. Eva è un pesciolino e adora stare in spiaggia
  • Tappe non superiori alle 3 ore per raggiungere luoghi di interesse e costruire un itinerario rispettabile
  • Sistema sanitario impeccabile
  • Cucina simile alla nostra
  • Attrazioni indimenticabili e adatte ai bambini

La scelta è facilmente caduta sugli USA (grande amore di Matteo) e in particolare sulla Florida, che risponde a tutte queste caratteristiche e si trova sulla East Coast, riducendo dunque la durata del viaggio rispetto alla West Coast.

Mappa alla mano, abbiamo segnato le località note in cui ci volevamo fermare, come ovviamente Miami, Cape Canaveral e le Keys, e poi abbiamo aggiunto luoghi disegnando un loop ideale. Durante il nostro itinerario abbiamo costeggiato praticamente sempre l’ oceano, concedendoci diversi pomeriggi in spiaggia. E che dire di Orlando? Eva si sarebbe sentita autorizzata a disconoscerci come genitori se non l’ avessimo portata a visitare almeno un parco? Per non rischiare siamo stati a Seaworld! E ancora, l’incontro con gli alligatori nelle Everglades, i gatti di Hemingway, la pizza e la pasta col ragù…tutte cose che hanno reso il viaggio in Florida indimenticabile alla nostra piccola treenne

Voli e auto? nessun problema con i motori di ricerca

Quando  e dove prenotare i voli e l’ auto? Come gia scritto anche nel mio articolo   Organizzare un viaggio fai da te meglio muoversi con alcuni mesi di anticipo.

Quando dobbiamo prenotare voli e auto noi ci rivolgiamo ad Expedia. Certo, prima controlliamo anche altri siti ma su Expedia si ottengono grossi sconti acquistando due o più servizi, come appunto il volo + l’ auto, ed è un sito estremamente affidabile. In questo caso abbiamo aggiunto anche le prime 3 notti a Miami, mentre per gli altri pernottamenti abbiamo preferito prenotarli di volta in volta.

 

Cosa fare prima di partire per gli USA

Prima di partire per un viaggio negli USA è indispensabile preparare alcune cose senza le quali il nostro viaggio non potrebbe svolgersi, o senza le quali rischieremmo di vederlo trasformare in un incubo:

Passaporto

Il passaporto è il documento richiesto a noi italiani per entrare negli USA e quindi anche in Florida. Deve avere almeno sei mesi di validità residua. Vi ricordo che da alcuni anni anche i bambini devono avere il loro passporto personale. Non è più consentito infatti iscriverli su quello dei genitori. Ricordate che normalmente i tempi per il rilascio dalle Questure italiane è di circa 3 settimane, e che ormai quasi tutti gli uffici lavorano su appuntamento. Per maggiori informazioni http://www.poliziadistato.it/articolo/1087-Passaporto/

Esta (Electronic System Travel Authorisation)

Per i passeggeri italiani non è più richiesto il visto per entrare negli USA, ma è indispensabile registrarsi su un sito governativo per il rilascio dell’ autorizzazione ad entrare nel Paese. Potete farlo da qui:

esta.cbp.dhs.gov/esta/application.html?execution=e1s1&language=it

Il costo è di 14$ a persona e dura due anni. Basta farlo qualche giorno prima di partire. Riceverete un codice alfanumerico che è meglio appuntare nel passaporto.

Assicurazione Sanitaria

Negli USA la sanità è privata. Ogni cittadino americano per accedere alle cure di medici e ospedali deve avere una assicurazione privata. Lo stesso vale per chi si reca nel Paese, anche solo per motivi turistici. È vero, si pensa sempre ” cosa mai potrà succedere? sono in vacanza!” ma purtroppo gli incidenti non sanno leggere il calendario! Negli USA un accesso al pronto soccorso può costare migliaia di dollari. Quindi ricordatevi di stipulare un’ assicurazione sanitaria valida per la durata del vostro soggiorno negli States. Ce ne sono molte, noi ci rivolgiamo da sempre a Columbus.

Il nostro volo

volo VCE-MIA con Iberia, 1 scalo (andata Madrid, ritorno Atlanta)

date: dal 24/07 al 07/08

Il nostro itinerario

MIAMI : 3 notti

Ci siamo concentrati sui quartieri piu famosi, come Coconut Grove e Little Havana, oltre ovviamente all’imperdibile Miami Beach. Molti pensano che questa sia la spiaggia di Miami, ed in effetti vi si trova proprio di fronte, invece è un altro municipio. Qui il nostro resoconto su Miami

COCOA BEACH E CAPE CANAVERAL : 1 notte

Inizano subito le attrattive anche per Eva, con le belle spiagge oceaniche di Merritt Island e il Kennedy Space Center Visitor Complex, che da solo richiede praticamente una giornata intera, potete leggere di più qui

ORLANDO: 2 notti

Da qualche parte, fra le mille luci e gli enormi hotel, si nasconde anche una città. Noi però siamo qui solo per Seaworld! La nostra esperienza ad Orlando

TAMPA/ SAINT PETERSBURG: 1 notte

Cambiamo costa, passando dall’ Atlantico al Golfo del Messico. Tampa è una cittadina che sembra rimasta ferma agli anni ’50… A St. Petersburg c’ è invece un bel museo dedicato Salvador Dalì, oltre ovviamente a una meravigliosa spiaggia. Inoltre una sosta a Sarasota è consigliata!

FORT MYERS: 2 notti

Spiagge, spiagge e ancora spiagge. Questo tratto di costa è famoso per offrire scorci caraibici, per la possibilità di osservare i lamantini e anche perchè ospita la famosa Edison&Ford Winter Estate.

NAPLES: 2 notti

Deliziosa cittadina meta di vacanze per gli americani, è anche il punto di partenza per visitare l’ Everglades National Park con i suoi alligatori.

FLORIDA KEYS: 2 notti

Inutile dire che queste celeberrime isole sono una tappa obbligata per chi visita la Florida..! Noi visitiamo ovviamente Key West ma anche Marathon, con l’ idea di portare Eva al Dolphin Research Center, salvo poi desistere a causa dei prezzi molto alti. Ecco la nostra esperienza alle  Keys .

L’ ultima notte la passiamo nuovamente a Miami, pernottando vicino all’ aeroporto ma concedendoci un’ ultima serata a Miami Beach, dove ceniamo in un ristorante latino e assistiamo a uno spettacolo di flamenco che incanta noi ma anche Eva.

Florida ideale per i bambini!

Come vedete in ogni tappa abbiamo indivuato cose interessanti sia per noi sia per Eva che, nonostante avesse solo 3 anni, ricorda ancora molte cose di questo magnifico paese.

E voi avete già affrontato un volo lungo con i vostri bambini? Per andare dove?

Se avete domande, curiosità o se volete condividere il vostro itinerario, aspetto i vostri commenti!

19 Risposte a “Come organizzare un viaggio in Florida, the Sunshine State, con i bambini”

  1. Una bellissima guida! Soprattutto per chi per la prima volta vorrebbe visitare gli states… come me 😉

  2. Ottimi consigli… unico dubbio non è meglio un diretto con i bambini? almeno noi facciamo sempre intercontinentali senza scalo per la piccola

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      purtroppo quando abbiamo cercato il volo il prezzo del diretto era abominevole….ma abbiamo trovato questo con scalo di appena 2h sia in andata che in ritorno

  3. Che bella la Florida! Io ci andai con mio figlio grande quando aveva 10 anni, un bellissimo ricordo, in particolare ho impressa a fuoco nella mente la strada panoramica per le Keys, meraviglia!! La prossima estate si va in California con la piccola che ha 6 anni, il volo più lungo in assoluto fatto finora sia da lei che da noi 😉

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      wow! noi aspetteremo che anche Luca sia un po’ piu grande!

  4. Bellissima idea di viaggio. Io ci sono stata in viaggio di nozze facendo Florida e bahamas ma voglio tornare con le bimbe!

  5. Magari ci tornerò, Miami non mi era piaciuta per nulla ma è stato un mix sfortunato! Le keys un paradiso!

  6. Sogno le keys da quando ho conosciuto jimmy buffet con il suo margaritaville e prima o poi ci andrò anche io!!!! Intanto ho preso qualche spunto sui tuo consigli.

  7. Me lo appunto subito! Come vi siete trovato con IBERIA intercontinentale? L’ho usata solo per voli brevi…

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      ciao Francesca. Diciamo che ci siamo trovati mediamente bene. L’ aereomobile era praticamente nuovo, molto spazioso. Ad Eva hanno dato un piccolo kit per disegnare e i bambini sono stati serviti per primi. posso dargli un 8 dai.

  8. Segnato tutti i consigli. Ho solo un dubbio sui tempi di rilascio del passaporto di mio figlio. Purtroppo a Bergamo ho sentito di tempi molto più lunghi. Comunque cercherò di attivarmi per tempo. Oppure lo lascerò a casa 😉

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      ciao Raffi! per il passaporto bisogna calcolare un mese da quando si consegna tutto in questura…a Mantova dicono che in 3 settimane lo rilasciano…noi dobbiamo fare quello per il piccolino, ti faccio sapere!

  9. Sul web ultimamente mi capita spesso di imbattermi in racconti di viaggio sulla Florida, meta che rimando da un po’ di tempo… che sia un segno del destino?

  10. Ciao! Che bell’itinerario e Cape Canaveral chissà che emozione soprattutto per la vostra bimba. Informazioni segnate. Grazie

  11. Anche a me la Florida e’ piaciuta tantissimo! Sara’ la possibilita’ di trovarsi al mare d’inverno o la sabbia finissima ma la porto davvero nel cuore. Io sono stata nella zona di Sarasota, vicino Tampa ed e’ stato stupendo!

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      ciao Simona, allora devi leggere il mio post che uscirà presto su quella zona!

  12. La Florida è stata il mio primo viaggio all’estero da sola! Che bei ricordi che mi hai fatto tornare alla mente! Sono rimasta 1 mese a Fort Lauderdale e Miami, un paradiso!

  13. Grazie Cristiana! Informazioni utilissime per me che non sono mai stata negli USA ma progetto l’anno prossimo di andare con mia figlia. Molto interessante l’itinerario di viaggio e di attrazioni. Mi piacerebbe sapere anche che tipo di budget devo preventivare per un viaggio di 10 giorni 🙂

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      Ciao Carola e grazie per il commento. diciamo in linea di massima che prenotando con largo anticipo si possono trovare voli a meno di €500 a testa, per il noleggio di un’ auto media considera circa $400. i prezzi degli alloggi variano dai $40 dei motel più scarsi ai $100 degli hotel di buona categoria senza andare nel lusso. Per quanto riguarda il cibo la presenza di diverse catene di fastfood consente di spendere poco variando comunque i pasti. Spero di esserti stata utile.

e tu cosa ne pensi?