FLORIDA ON THE ROAD: FORT MYERS E LE SUE SPIAGGE

Prima di decidere di viaggiare in Florida e cominciare a studiare un itinerario, non avevamo mai sentito nominare Fort Myers. Di solito noi italiani conosciamo Miami, Fort Lauderdale e poco altro, tutte località sulla costa orientale del Sunshine State.

Ma la costa occidentale, lambita dalle acque del Golfo del Messico, ha davvero molto da offrire. Percorrendola da nord a sud, arriviamo a Fort Myers, nella contea di Lee. Insieme a Cape Coral forma un agglomerato urbano da mezzo milione di abitanti che può oltretutto vantare una crescita demografica continua. Ora che la conosciamo capiamo anche il perché: è una località adorabile, con un ottimo clima, molte attrattive e bellissime spiagge.

Cosa vedere a Fort Myers

A Fort Myers le cose da vedere non mancano. E’ una meta ideale anche per chi viaggia con i bambini, perché molte attrazioni sono facilmente fruibili anche dai più piccini.

Innanzitutto qui si trova il Lee County Manate Park, un’ area naturale ricca di canali dove trovano rifugio i lamantini, che si spostano dalle fredde acque del golfo a quelle più tiepide dell’ entroterra. Cosa sono i lamantini? sono mammiferi acquatici, detti anche “mucche di mare”, dal corpo massiccio. A dispetto della loro stazza, nell’ acqua si muovo lievi e leggeri. Sono uno dei simboli della Florida e in questo’ area è molto facile avvistarli soprattutto nei mesi invernali. Il parco è a ingresso gratuito ed è aperto dalle 7 del mattino fino al tramonto. E’ possibile anche noleggiare un kayak per navigare i canali. Purtroppo come molte zone della Florida anche questo parco ha subito alcuni danni a causa dell’ uragano Irma. Contattateli prima di andare.

Se siete fan del baseball non perdete l’ occasione di fare una sosta a Fort Myers in primavera, quando i Boston Red Sox vengono ad allenarsi nello stadio locale, il Jet Blue Park, per il loro Spring Training! il biglietto per assistere agli allenamenti costa fra i 10 e i 50$ a seconda del posto.

Noi siamo stati qui ad agosto, quindi abbiamo dovuto ahi noi rinunciare sia all’ osservazione dei lamantini sia al baseball. Quindi ci siamo concentrati su altre due magnifiche attività: la visita alla Edison&Ford Winter Estate e le spiagge di Fort Myers.

Edison & Ford Winter Estate

Fort myers

Thomas Edison e John Ford sono stati grandi amici. Entrambi scienziati, imprenditori e inventori, hanno lavorato insieme a molti progetti. In virtù di questi e della loro solida amicizia acquistarono a Fort Myers una grande proprietà dove passare le loro vacanze, con due grandi case e un enorme giardino: la Edison&Ford Winter Estate appunto. La proprietà si compone in totale di 9 edifici, tra cui un museo che ripercorre la storia di questi due grandi uomini, fra i più influenti cittadini americani, e che incoraggia e stimola l’ immaginazione e la creatività dei visitatori. Il Seminole Lodge, la casa di Edison, e il The Mangoes Cottage, dimora di Ford, consentono di ammirare gli arredi originali.

Arredi di casa Edison

Vi è inoltre un giardino, che in realtà è un parco botanico, che ospita specie vegetali da ogni dove. Edison e Ford lavorarono a lungo alla ricerca di una pianta da cui ricavare gomma che crescesse rapidamente e vigorosamente nel clima della Florida.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo aver testato centinaia di piante, individuarono una specie particolare di Goldenrod, ossia la Verga d’Oro. Ancora oggi possiamo ammirare i Ficus, i Banyan tree e moltissime altre specie messe a dimora da Tomas Edison e John Ford, insieme a Harvey Firestone (questo cognome vi dice qualcosa??). La proprietà sorge affacciata sul fiume Caloosahatchee, rendendola ancor più attraente e affascinante.

Fort myers

Abbiamo passato diverse ore qui, osservando i minuziosi arredi e muovendoci liberamente nel garden alla ricerca delle varie specie di piante. C’è anche un garage con alcune automobili appartenute a John Ford. Per Eva la parte più interessante è stata sicuramente il museo, che presenta molte parti interattive adatte anche ai bambini.

Fort Myers

Ricordo molto bene anche un video proiettato in continuazione: era un cartone animato, ovviamente in inglese, che raccontava come Edison inventò la lampadina. L’ abbiamo praticamente imparato a memoria!

L’ unica pecca della giornata è stata il gran caldo. In agosto la Florida può essere davvero bollente. Ad aiutare i visitatori ci sono, sparsi qua e là all’ aperto, grandi ventilatori.

Fort myers

Al mare a Lovers Key

Lovers key

Il giorno seguente siamo decisi a passarlo al mare. La giornata in realtà è meno limpida della precedente, ma la cappa di calore non cede.

La costa davanti a Fort Myers è punteggiata di isole, tra cui le rinomate Sanibel e Captiva. Noi decidiamo di spingerci un po’ verso sud. In realtà ci lasciamo trasportare dall’ auto lungo questa bellissima strada che costeggia l’ oceano, con le sue abitazioni investite continuamente dall’ aria salmastra. Raggiungiamo il Lovers Key State Park e decidiamo che una riserva protetta fa al caso nostro. A lungo Lovers key è stata raggiungibile solo in barca, e si dice che allora fosse frequentata solo da amanti che cercavano un posto appartato. Da qui il suo nome.

Parcheggiamo e paghiamo il biglietto. Attraversiamo un’ area paludosa fra ponti e fitta vegetazione. Qui gli animali selvatici prosperano in tranquillità : si possono avvistare lamantini, delfini, uccelli spatola rosa e alcune specie di aquile. In spiaggia troviamo anche molti cartelli che indicano la presenza di pastinache.A noi toccano un paio di alligatori.

Finalmente raggiungiamo la spiaggia, candida e incontaminata. Pochissime le persone presenti, nessun ombrellone. Solo una passerella in legno e un piccolo chiosco. Questa spiaggia è famosa anche per la quantità di conchiglie che l’ oceano depone sulla sabbia, quasi a formare un tappeto.


Lovers key beach

Il vento fresco dell’ oceano ci rigenera e cancella le fatiche del giorno precedente. Fortunatamente in cielo c’è anche qualche nuvola passeggera che ogni tanto ci protegge dal sole. Passiamo una giornata di estremo relax, noi tre soli.

In realtà Lovers Key offre molte opportunita: si può pescare, uscire in kayak o partecipare al geocatching. Per maggiori informazione potete consultare il sito del parchi della Florida:

https://www.floridastateparks.org/park/Lovers-Key

C’ è addirittura qualcuno che ci si sposa, su questa spiaggia!

Fort myers

Se avete in programma un tour della Florida, dedicate un paio di giorni a questa zona. La dimora di Ford e Edison secondo noi è imperdibile, e una giornata su queste spiagge può essere molto utile per recuperare le forze quando fa molto caldo.

2 Risposte a “FLORIDA ON THE ROAD: FORT MYERS E LE SUE SPIAGGE”

  1. silviaguelpa dice: Rispondi

    Sono stata in Florida ma questa parte mi manca. Grazie per avermela fatta scoprire!

    1. cristianafranzini dice: Rispondi

      Ciao Silvia! In effetti questa parte del Paese è meno nota di altre, ma non meno affascinante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.