Cosa vedere a Napoli con i bambini

by cristianafranzini
0 comment

Ami le vacanze in città ma temi che i tuoi figli si possano annoiare? Ti piacerebbe visitare Napoli con i tuoi bambini ma hai paura di non trovare cose interessanti per loro e che la tua vacanza si trasformi in un incubo? In questo post ti elenco una decina di cose da vedere e fare a Napoli con i bimbi: sono tutte attrazioni principali che comunque avresti inserito nel tuo itinerario, ma che si rivelano particolarmente adatte a chi viaggia a Napoli con i bambini. 

Cosa vedere e fare a Napoli con i bambini

Napoli è una città ricchissima di storia e cultura. Per vederla bene ci vogliono diversi giorni, ma si sa, oggi spesso le vacanze sono mordi e fuggi. Fra le cose principali da vedere ce ne sono almeno una decina che sono perfettamente adatte anche ai bambini, così che una visita a Napoli in famiglia non delude mamma e papà e non annoia i bambini. Durante il nostro week end a Napoli con i bambini abbiamo costruito un itinerario adatto a tutti. Scopri cosa puoi vedere e fare a Napoli con i bimbi! 

Napoli e i suoi castelli

A Napoli, di castelli ce ne sono tre: Castel Nuovo (o Maschio Angioino), Castel dell’Ovo e Castel Sant’Elmo.

Noi abbiamo visitato gli ultimi due: Castel dell’Ovo perché è affacciato sul mare e ad ingresso gratuito; Castel Sant’Elmo perché in posizione privilegiata su una collina da cui si può godere di una vista magnifica. Ma ovunque si trovino, i castelli attirano sempre l’attenzione dei bambini: percorrendo ponti levatoi e lunghi corridoi possono sognare storie di principesse e draghi, mentre gli adulti si godono la visita. Quindi fra le cose da vedere a Napoli con i bambini includi almeno un castello nel tuo itinerario.

Castel dell’Ovo e Maschio Angioino sono più facilmente raggiungibili perché sono in pieno centro. Castel Sant’Elmo può sembrare un po’ fuori mano, così in alto nel quartiere Vomero, ma in realtà i mezzi pubblici permettono di ridurre la camminata a poche centinaia di metri che, con l’ausilio di scale mobili, sono molto semplici da percorrere.

Prendere la funicolare e la metro

I mezzi pubblici sono comodi, soprattutto se si viaggia con i bambini. A Napoli diventano addirittura attrazioni, grazie alle funicolari e alle bellissime stazioni della metropolitana.

Per distrarre i bambini durante la visita di Napoli e offrire loro un momento “wow”, prendete tutti insieme una funicolare: cosa c’ è di più divertente di salire su un trenino?! Ad esempio si può usufruire della funicolare per raggiungere il già citato Castel Sant’Elmo, come abbiamo fatto noi. Si parte direttamente dalla centralissima via Toledo.

Napoli funicolare

Per quanto riguarda la metropolitana, i miei bambini adorano salirci. Amano essere sballottati qua e là quando il treno curva nelle gallerie, e poi nelle stazioni della metro ci sono sempre le scale mobili, altra attrazione pazzesca per i bimbi. Per lasciarli a bocca aperta, le fermate Garibaldi e Toledo sono proprio l’ideale.

La prima si trova nei pressi della stazione centrale ed è un tripudio futuristico di scale mobili. La seconda invece gioca con i colori dei rivestimenti delle pareti e dei soffitti, portandoci dal color sabbia delle spiagge fino al blu profondo del mare.

Napoli toledo

La via dei Presepi e le infinite mostre

Noi siamo stati a Napoli con i bambini durante il periodo natalizio. Nel mese di dicembre le mostre sui Presepi si sprecano, ce ne sono ovunque. Ad esempio al chiostro di Santa Chiara, oltre a vedere un Presepe originale del XVIII secolo, abbiamo anche potuto osservare come nascono i classici pastori in terracotta con veri abiti in cotone inamidato: una vera arte! Ma la famosa via dei Presepi a San Gregorio Armeno è visitabile tutto l’anno (io ho visto gli artigiani al lavoro anche ad agosto!). Questa strada, oltre ad essere molto caratteristica ed affollata, è davvero folkloristica. Si può dire che l’arte del Presepe faccia parte di Napoli, e qui si entra nel cuore di questa forma artistica così peculiare. I bimbi rimarranno a bocca aperta.

Bambini a Napoli presepi

Napoli Sotterranea

Una delle attrazioni più visitate ultimamente, Napoli Sotterranea sta godendo di grande interesse da parte dei turisti. Dal punto di vista storico-culturale è un’escursione ricca e appagante; per i bambini si tratta di un percorso estremamente avventuroso. L’ingresso si trova in via dei Tribunali, proprio nei pressi di San Gregorio Armeno. La visita dura circa 90 minuti e si svolge in pieno centro storico, lungo due dei tre antichi decumano di Napoli. Per approfondire l’argomento leggi qui. 

La gastronomía napoletana

A Napoli si mangia bene. Anzi, benissimo. Fra le cose da fare a Napoli con i bambini ci metto sicuramente l’assaggio di pizza, cuoppo e pasticceria varia. È un must.

Non si può andarsene da Napoli senza aver mangiato almeno una pizza. Al piatto, fritta, come ti pare. I bambini approveranno sicuramente la scelta. La pizzeria più nota è Sorbillo. In città c’è ne sono parecchie, ma mi è stato detto che la pizza più buona si mangia nel locale di via dei Tribunali.

Napoli bambini pizza

Per quanto riguarda i dolci, una colazione o una merenda al bar è un’esperienza indimenticabile. Dove? Noi abbiamo provato il mitico Gambrinus, nei pressi di piazza Plebiscito, e Luise Toledo, vicino alla funicolare centrale.

Pasticceria napoletana

A caccia di murales nel centro di Napoli

Per trascinare i bambini lungo un itinerario a Napoli centro, cerca i murales. Questo è un modo simpatico e coinvolgente per convincerli a passeggiare per la città, mentre tu ti godi una street art fra le più belle al mondo. Se vuoi saperne di più segui il nostro itinerario fra i murales di Napoli centro. 

Napoli bambini

Il duomo e la leggenda del sangue di San Gennaro

Il patrimonio delle chiese di Napoli è infinito, ma il duomo resta comunque una delle più importanti e da non perdere. Se vuoi visitare il duomo e convincere anche i tuoi bambini a farlo, racconta loro la leggenda di San Gennaro: rimarranno rapiti!

I lupi di piazza Municipio

La piazza Municipio di Napoli si è popolata di un branco di grossi lupi in bronzo! L’installazione, visibile fino al 31 marzo 2020, è composta da un imponente branco di lupi, del peso di 280 kg l’uno, che cerca di attaccare un guerriero dai tratti asiatici. L’autore è l’artista cinese Liu Rouwang e si intitola “Wolves coming”. Al di là del suo significato, che potete leggere qui, è sicuramente un buon motivo per portare i piccoli in questa zona di Napoli.

Napoli bambini lupi

 

 

forse può interessarti

Leave a Comment

* Utilizzando questo modulo, accetti l'archiviazione e la gestione dei dati da parte di questo sito web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.