ESCURSIONI A ZANZIBAR: QUALI SCEGLIERE?

by cristianafranzini
0 comment

Escursioni a Zanzibar: quali scegliere? Di solito una vacanza a Zanzibar è una vacanza stanziale, ossia si sceglie un alloggio e non ci si muove per tutto il tempo di permanenza. I viaggiatori che attraversano l’ isola cambiando località e hotel sono ancora una minoranza. Quando si pensa a Zanzibar l’ immaginazione corre subito al relax sulle spiagge bianche, e questo è sicuramente uno degli aspetti principali di una vacanza a Zanzibar!

Forse può interessarti: dove alloggiare a Zanzibar

Zanzibar però è un’isola che si presta ad essere visitata anche così, senza cambiare mai alloggio. Di cose da vedere a Zanzibar ce ne sono molte, sia naturalistiche sia storico-culturali. Si possono quindi alternare rilassanti giornate in spiaggia ad escursioni volte a conoscere il territorio e la storia travagliata di questa isola.

Vediamo quindi quali sono le escursioni a Zanzibar che vale la pena fare.

Escursioni a Zanzibar: a chi affidarsi?

Cominciamo col dire che le escursioni da fare a Zanzibar possono essere fatte sia appoggiandosi ai tour operator sia ai famosissimi beach boys, ragazzi zanzibarini che si occupano di organizzare gite ed escursioni. Ovviamente i beach boys non hanno permessi e assicurazioni ma i prezzi sono sicuramente molto concorrenziali rispetto a quelli proposti dai tour operator e le organizzazioni sono molto simili.

Per quanto ci riguarda, le nostre escursioni a Zanzibar sono state fatte tutte appoggiandosi ai beach boys di Kendwa e devo dire che ci siamo trovati molto bene.

Le escursioni da fare a Zanzibar si possono dividere fra mare ed entroterra

Zanzibar, escursioni nell’ entroterra: Stone Town

Stone Town, la città di Pietra, è l’ antica capitale di Zanzibar. Fu fondata dagli omaniti (Zanzibar faceva parte del Sultanato dell’ Oman) ma nel corso dei decenni si susseguirono diverse dominazioni, che hanno lasciato il segno: l’ architettura di Stone Town è una commistione di elementi arabi, coloniali, indiani e swahili, il ché sprigiona un forte fascino.

Escursioni a Zanzibar, mercato ittico

Mercato ittico a Stone Town

La visita di Stone Town richiede una giornata e può essere fatta anche in autonomia. In realtà il centro è un vero labirinto, un dedalo di vicoli stretti spesso accessibili solo a piedi o in motorino. Senza l’aiuto di una guida, perdersi è piuttosto facile, quindi valutate come organizzarvi. Cosa c’ è da vedere a Stone Town? I magnifici portoni intagliati, il mercato Darajani, il Palazzo delle Meraviglie, il museo degli schiavi sono solo alcuni dei luoghi di interesse di Stone Town.

Escursioni a Zanzibar, dettagli intarsio

Intarsi a Stone Town

Ricordate che l’ UNESCO ha proclamato Stone Town Patrimonio dell’ Umanità.

Escursioni a Zanzibar: il tour delle spezie

Altra valida escursione a Zanzibar per scoprire l’ entroterra è il tour delle spezie. Uno dei motivi per cui Zanzibar è famosa in tutto il mondo sono proprio le sue spezie, in particolare i chiodi di garofano. Un’ escursione per visitare un giardino botanico che ospiti la flora di Zanzibar può sembrare noiosa, ma vi assicuro che non lo è.

Scoprire com’ è fatta la pianta del pepe, vedere l’ arbusto da cui si ricavano i rametti di cannella, incontrare strani frutti come il Jack fruit è davvero interessante e vi farà conoscere molto della cultura locale. All’ ingresso del giardino botanico troverete una guida che vi accompagnerà.

Escursione nella foresta di Jozani

La foresta di Jozani si trova nell’ area centro meridionale dell’ isola di Unguja, fra la città di Zanzibar e Paje, per intenderci.

È una riserva nazionale che protegge l’ ecosistema zanzibarino, quindi la parte visitabile è molto ridotta.

Escursione a Zanzibar : colobo rosso

Si possono facilmente incontrare le scimmie Colobo rosso, endemiche dell’ isola, e visitare la foresta delle mangrovie. La visita è guidata e l’ ingresso alla riserva costa circa 10 euro.

Queste sono le principali escursioni a Zanzibar per scoprire l’ interno dell’ isola. 

Veniamo ora alle escursioni che riguardano il mare di Zanzibar e la vita sottomarina

Escursioni da fare a Zanzibar: atollo di Mnemba

L’ atollo di Mnemba è un’ isola privata (sulla quale quindi non si può mettere piede!) circondata da barriera corallina. L’ escursione essenzialmente è fatta per la possibilità di fare snorkelling ed ammirare varie specie di pesci e coralli.

Escursione a Zanzibar, barriera corallina

Foto @ipittman

L’ escursione a Mnemba dura tutto il giorno: il solo trasferimento può durare diverse ore, in base al punto in cui salperete. Essendo molto vicino alla costa, il pranzo durante l’ escursione a Mnemba viene preparato sulla spiaggia di Unguja.

Escursione Safari Blue

Giornata interamente dedicata al mare. Si salpa dalla località di Fumba, a sud di Zanzibar City, con una imbarcazione tipica zanzibarina,  il dohw.

Escursioni a Zanzibar, dahw

Ci si reca su una lingua di sabbia visibile solo con la bassa marea e poi su un’ isola per il pranzo. Nel mezzo, soste per bagni e snorkelling.

Il costo è di 40-50 euro a persona, in base all’ organizzazione fatta da tour operator o dai Beach boys.

Escursione a Zanzibar: Prison Island e Nakupenda

Un’ altra escursione a Zanzibar da menzionare è quella che vi porterà a Prison Island ad incontrare le tartarughe delle Seychelles. Può essere abbinata al bagno a Nakupenda, lingua di sabbia che affiora con la bassa marea.

Escursioni a zanzibar: tartarughe giganti

Prison Island si raggiunge in mezz’ ora di barca da Stone Town e l’ ingresso al parco delle tartarughe costa circa 4 euro.

Come scegliere le escursioni a Zanzibar? Tenete presente da dove partite e se ci sono bambini!

Ad esempio le escursioni con snorkelling se avete bambini piccoli potrebbero essere complicate se sono ancora troppo piccoli per immergersi; molto meglio la Jozani Forest o il tour delle spezie, dove i ragazzi del luogo potranno intrecciare buffi copricapo per i bambini (anche per i grandi a dire il vero!)

Escursioni a Zanzibar, tour delle spezie

Calcolate inoltre dove si trova il vostro alloggio: alcuni spostamenti potrebbero risultare molto lunghi e noiosi. Se ad esempio alloggiate sulla costa orientale, il Safari Blue richiederà un lungo tratto in auto.

Con questo è tutto, buona vacanza a Zanzibar! 

forse può interessarti

Leave a Comment

* Utilizzando questo modulo, accetti l'archiviazione e la gestione dei dati da parte di questo sito web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.