ITINERARIO IN PROVENZA: 15 GIORNI ON THE ROAD NEL SUD DELLA FRANCIA

by cristianafranzini
0 comment

Questo itinerario in Provenza nasce da due viaggi fatti in tempi diversi ma che ci hanno permesso di avere una visione ampia del territorio del sud della Francia, e di fare una stima sul tempo da dedicare ad ogni località e sugli spostamenti.

Il nome esatto della regione è Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Questa racchiude territori molto diversi sia dal punto di vista geografico, sia dal punto di vista storico culturale: la Costa Azzurra molto chic e un po’ snob, la Provenza romantica e perfezionista.

L’itinerario in Provenza che ti propongo è circolare. Può essere percorso in entrambi i sensi di marcia, anche se percorrerlo in senso antiorario permette di lasciare le rilassanti località di mare alla fine.

La durata di questo itinerario può essere molto variabile, ma indicativamente per vedere tutte le località proposte si impegnano 13-15 giorni.

Il nostro itinerario in Provenza comincia dalla Costa Azzurra, toccando 4 località in due giorni

Le prime tappe che ti propongo sono in Costa Azzurra, poco dopo il confine italiano, e occuperanno un paio di giorni.

Nizza ed Eza

Nizza è un ottimo punto di partenza per un itinerario in Provenza e Costa Azzurra, sia per chi arriva con la propria auto sia per chi arriva in aereo. A Nizza infatti si trova l’aeroporto di riferimento della Costa Azzurra.

A Nizza ti consiglio di dedicare una giornata intera: è una cittadina mondana ma senza red carpet, con una storia millenaria alle spalle che non vuole passare in secondo piano rispetto alla parte più indolente della città, con gli hotel di lusso e l’ozioso lungomare.

Cosa vedere a Nizza in un giorno? Sicuramente il bel centro storico, con le sue viuzze strette, le gradinate e le case colorate. E poi la Cattedrale di San Nicola, prima cattedrale russo-ortodossa costruita in Europa occidentale per volere della vedova dello Zar Nicola I.

Se sei amante dell’arte a Nizza ci sono due importanti musei: il museo Matisse, inaugurato nel lontano 1963 (il pittore si trasferì definitivamente a Nizza nel 1917 per curare una malattia respiratoria, innamorandosi perdutamente della città) e il museo di Marc Chagall, nato per ospitare 17 tele a tema biblico donate alla Francia dallo stesso autore.

Non dimenticare, infine, di concederti una lunga passeggiata sul lungomare, la Promenade des Anglais: qui potrau camminare, fare jogging o ammirare i tanti hotel e palazzi di lusso che vi si affacciano.

Itinerario provenza

Riservati un paio d’ore per visitare un bellissimo borgo francese, ad appena 12 km da Nizza, che è Eza: è un villaggio arroccato, famoso per i suoi giardini e per la vista fantastica che offre dal Jardín Exotique.

Itinerario provenza eze

Cannes e Grasse

Il secondo giorno del nostro itinerario in Costa Azzurra prosegue con due località molto diverse fra loro che sono Cannes e Grasse.

Cannes è nota a tutti per la Croisette, la passeggiata sul lungomare, e il Palazzo del Festival del Cinema,che meritano sicuramente una visita e qualche foto. Non trascurare però  un passaggio nella città vecchia.

Itinerario provenza cannes

Grasse è considerata la capitale del profumo da ormai tre secoli grazie all’ industria profumiera che qui si è installata, producendo fragranze per le più note maison, come Este Lauder e Dior. Per questa ragione Grasse diventa anche la location del best seller “Il profumo” di Patrick Süskind, il cui protagonista Grenouille arriva in città proprio per apprendere le tecniche dell’enfleurage qui utilizzate.

Migliaia di turisti (noi compresi) raggiungono Grasse ogni anno incuriositi dalle botteghe artigiane e dalle industrie profumiere, che offrono la possibilità di scoprire come nasce un profumo.

Quindi fra le cose da fare a Grasse c’è senz’altro una visita guidata in una di queste aziende. Noi abbiamo scelto Fragonard, ma le possibilità sono veramente tante.

Itinerario provenza fragonard

L’industria profumiera ha portato molto denaro in città e Grasse si è trasformata, a partire dall’800, in un magnifico borgo tutto da scoprire.

Dopo la visita di Grasse ti consiglio di proseguire nell’itinerario e raggiungere la tappa successiva, nei pressi delle Gole del Verdon.

Il nostro itinerario in Provenza continua lasciando la patinata Costa Azzurra e addentrandoci nel territorio provenzale salendo verso nord

Ci addentriamo nella Provenza andando verso nord, fino alle magnifiche Gole del Verdon, per poi proseguire verso i campi di lavanda e le cave di ocra. Qui potrai ammirare tutti i magnifici colori della Provenza, soprattutto se viaggi durante l’ estate.

Le Gole del Verdon

Prenditi due giorni per visitare le gole del Verdon: i chilometri che separano i vari paesi sono pochi, ma le strade tortuose dilatano i tempi di percorrenza.

Itinerario provenza gole Verdon

Puoi partire da Castellane, dove visitare il bel borgo per poi imboccare una delle strade panoramiche che si dirigono verso il lago Saint-Croix e le gole.

Castellane è un piccolo e tipico borgo provenzale circondato dalle montagne del Parco Regionale del Verdon. Si trova sulla Route Napoléon e ospita la dimora in cui Napoleone si fermò a pranzo di ritorno dall’isola d’Elba. Oggi la casa è visitabile e ospita un museo etnografico. A Castellane è possibile percorrere diversi percorsi escursionistici e navigare in canoa il fiume Verdon.

Da Castellane si può raggiungere la strada panoramica della Corniche Sublime fino a Moustieres-Sainte-Marie.

Qui potrai dedicare qualche ora a visitare il paese, noto anche per la stella delle falesie, una stella appesa fra le montagne. Inoltre ti troverai molto vicino al Lago Saint-Croix proprio nel punto in cui il fiume Verdon si libera dalle strette gole di roccia e si apre nel lago. Potrai osservarlo dal punto panoramico sul Pont de Galetas o noleggiare un pedalò e addentrarti nelle gole.

Il Lago Saint-Croix e le sue acque verde-azzurre sono anche una meta ideale per passare qualche ora rilassandosi in spiaggia.

Itinerario provenza

Le possibilità sono davvero molte: la maggior parte delle persone si concentrano nell’ area nord all’ imbocco delle gole; noi abbiamo cercato e trovato una zona più defilata nei pressi di Saint-Croix du Verdon. In questo caso è consigliabile essere attrezzati con acqua e pic nic.

La lavanda di Valensole

Il viaggio in Provenza continua con il suo simbolo: i campi di lavanda. Tappa irrinunciabile di ogni itinerario in Provenza, richiede però un certo tempismo: la fioritura avviene infatti da metà giugno a metà luglio, epoca in cui la lavanda viene raccolta. Valensole dista solo un’ ora di auto da Moustieres-Sainte-Marie e dal lago Saint-Croix.

La lavanda è coltivata in un’ampia area della Provenza, e Valensole è solo uno dei tanti luoghi dove poter vedere le distese viola e lilla di questa pianta profumatissima e dalle mille proprietà.

Itinerario provenza valensole

Nella zona dell’ altopiano di Valensole ci sono diversi punti di interesse anche storico oltre che naturalistico e scenografico, come Riez, Allemagne-en-Provence e Esparron-de-Verdon: sta a te decidere quanto tempo dedicare ad ogni luogo.

I campi di lavanda qui sono davvero ovunque e, a meno di volerne vedere proprio uno in particolare o voler fare un servizio fotografico professionistico, un’ oretta secondo me è sufficiente per togliersi la voglia di viola.

I sentieri dell’ ocra: Rustrel e Roussillon

Altro luogo di bellezza incomparabile sono i sentieri dell’ ocra.

L’itinerario in Provenza continua verso ovest, sul massiccio del Luberon. Anche qui si trovano molti borghi arroccati e bellissimi, fra cui appunto Rousillon ( molto carino anche per passarci la notte) e Rustrel.

Itinerario provenza ocra

Questi paesi sono stati grandi centri in passato grazie alle cave di ocra che si trovano nei loro territori. Oggi le cave sono esaurite, ma si possono visitare percorrendo sentieri suggestivi e decisamente colorati.

A Rustrel si trova il Canyon Provenzale, mentre a Roussillon c’è il Sentiero dell’Ocra. Entrambi si percorrono in circa un’ora di camminata piuttosto semplice e adatta anche ai bambini.

Roussillon fa parte dei più bei borghi di Francia e si contraddistingue per il colore degli edifici: tutti sono dipinti con le tonalità di ocra ricavate dalle cave.

E’ un paesino molto turistico ovviamente, ma secondo me è fra le cose da vedere in Provenza assolutamente. Arrivando da Valensole si arriva prima a Rustrel e al Canyon Provenzale, per poi proseguire per Roussillon.

Itinerario provenza roussillon

Roussillon

Come già accennato, ti consiglio di sceglierlo anche come località per pernottare, in modo da godere anche della luce del tramonto che dona al borgo e al paesaggio un aura davvero magica.

Abbazia di Senanque e Avignone

L’ abbazia di Senanque è un altro luogo molto suggestivo da vedere durante la fioritura della lavanda. Andando da Roussillon ad Avignone richiede solo una piccola deviazione per essere raggiunta.

Essendo terminata la stagione della fioritura della lavanda noi non ci siamo andati, ma le immagini parlano da sole.

A richiedere invece un’ interna giornata in qualsiasi stagione è certamente Avignone, la Città dei Papi. Da vedere il Palazzo dei Papi, che è stato la sede papale dal 1309 al 1377, e il famoso Pont d’Avignon, rimasto interrotto a metà proprio in mezzo al fiume.

Itinerario provenza avignone

 

Ritorniamo verso sud. Il nostro itinerario in Provenza vira nuovamente verso la costa, per raggiungere la Camargue

Arrivare in Camargue dà l’ idea di aver completamente cambiato paese: qui non troviamo l’ eleganza della Costa Azzurra o la perfezione della Provenza. Ci addentriamo in un territorio selvaggio e indomito, in cui sopravvivono antiche tradizioni e vecchi mestieri.

Itinerario provenza Camargue

Lascia gli abiti chic che hai vestito nei campi di lavanda o sulla Croisette, e indossa comode scarpe da ginnastica e abbigliamento comodo per visitare la Camargue.

Arles e la Camargue

Arles e la Camargue richiedono almeno 3 giorni. Uno intero per visitare Arles, antica città romana e molto amata da Van Gogh; uno da dedicare al Parco della Camargue, alla ricerca dei fenicotteri rosa e passeggiando a cavallo; l’ ultimo per Les-Saintes-Mariés-de-la-Mer e Aiguës Mortes. Per approfondire l’ itinerario puoi leggere Cosa vedere in Camargue.

 

Itinerario provenza arles

Marsiglia

Marsiglia è la seconda più grande città di Francia dopo Parigi.

Per lungo tempo Marsiglia ha goduto di una pessima fama: furti, accattonaggio e degrado ambientale non la rendevano certo una meta turistica ambita.

Ma da alcuni decenni la situazione è drasticamente cambiata, grazie a grandi investimenti sul recupero dei quartieri più degradati. Fino a diventare, nel 2013, la Capitale della Cultura.

Itinerario provenza Marsiglia

Un paio di giorni posso essere sufficienti per visitare le caratteristiche zone del Vecchio Porto (quando i greci fondarono Massalia, più di 2500 anni fa, colonizzarono proprio quest’area), la Riva Nuova – antica zona di saponifici- e la celeberrima passeggiata della Corniche, una strada panoramica di 5 km che si può percorrere in tram o a piedi, e che porta verso la regione dei Calanchi.

Il nostro itinerario in Provenza ritorna in Costa Azzurra

Le ultime località di questo itinerario in Provenza si trovano di nuovo in Costa Azzurra, ma questa volta parliamo di relax in spiaggia.

Hyeres, l’isola di Porquerolles, Saint-Maxime, Saint-Tropez, Mentone… Sono tutte località della Costa Azzurra perfette per passare qualche giornata al mare, senza rinunciare alla mondanità.

Ad esempio per un bagno davvero vip è sufficiente tornare a Cannes, dove una spiaggia cara e affollatissima permette incontri dal mondo del cinema.

A Saint-Raphaël c’è invece la spiaggia Camp Long à Agay, di sabbia fine e in una baia protetta, quindi molto adatta alle famiglie con bambini piccoli. Stesse caratteristiche per la plage de l’Estagnol, verso Hyeres.

Itinerario provenza Saint tropez

Saint Tropez

Come organizzare i pernottamenti per questo itinerario in Provenza?

Cerchiamo di ridurre al minimo i cambi di struttura.

1-3 Arrivo e pernotto a Nizza/Cannes. Visita delle città di Nizza, Cannes, Grasse e Eze.

4. Castellane e pernotto a Moustieres-Sainte-Marie

5. Lac St Croix, Valensole e pernotto a Roussillon

6. Sentieri delle Ocre e Senanque, pernotto ad Avignone

7. Avignone, pernotto ad Avignone

8-10. Arles e la Camargue, pernotto ad Arles

11-12. Marsiglia, pernotto in città

13-15. Costa Azzurra e rientro

Gli spostamenti da una località all’altra sono tutti piuttosto brevi.

Itinerario in Provenza: come arrivare e quanto costa

Come raggiungere la Provenza

La Provenza si raggiunge essenzialmente in due modi: aereo o auto.

Per chi arriva in aereo, gli aeroporti di riferimento sono Nizza e Marsiglia, dove poi è possibile noleggiare un auto.

Per chi arriva in auto, la comoda autostrada A8 attraversa tutta la Costa Azzurra da Ventimiglia proseguendo fino al confine spagnolo. In alternativa si può arrivare da Torino ed accedere a questo itinerario in Provenza dalle Gole del Verdon. In questo caso però si tratta di percorrere una magnifica strada panoramica ma molto lenta rispetto all’autostrada.

Quanto costa un viaggio in Provenza

La Provenza è una regione ricca di fascino ma anche piuttosto cara.

Una stanza nelle località più note e nei loro immediati dintorni costa attorno ai 100 € a notte, e anche i pasti hanno sicuramente un peso concreto nel budget del viaggio.

Un vantaggio invece è sicuramente il costo del carburante, decisamente più basso che in Italia.

forse può interessarti

Leave a Comment

* Utilizzando questo modulo, accetti l'archiviazione e la gestione dei dati da parte di questo sito web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.